domenica 18 agosto 2013

Fammi un quadro della Luna



Fammi un quadro della Luna 
da appendere in stanza
ch'io possa fingere di dormire
mentre gli altri si amano, di notte.

Dipingimi ore di argentei bagliori
per scuotere le ombre del buio
dalle palpebre di sale e dalle ciglia
fili d'immenso e perle abbandonate.

Dimmi se è proprio così vuoto 
il bianco solco nel tuo letto
dove fioriscono le farfalle dei sogni
e della fantasia. Ruba le gocce 
dagli alberi notturni e fanne una collana 
di parole, che abiti le stelle, il cielo, il cuore
che canti una canzone addolorata 
di liquide malinconie.Fammi un quadro,
un quadro della Luna addormentata
e lasciala accesa, vestita di poesie.

(Valentina Meloni)

Liberamente ispirata alla poesia "Fammi un quadro del sole" di E.Dickinson

Pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633 e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore. Poesia protetta dai diritti d'autore.